Seleziona una pagina

In questo articolo scoprirai passo dopo passo come creare un e-commerce con Shopify. Ti rivelerò gli step necessari per mettere in piedi il tuo negozio online in modo semplice e funzionale.

Se non conosci nulla nel mondo dell’e-commerce non ti preoccupare, quest’articolo è stato fatto apposta per te.

Bene, cominciamo.


Qualche anno fà per creare un e-commerce c’erano due strade: affidarsi a Prestashop (Cms simile a WordPress ma centrato sulla vendita di prodotti) o utilizzare il buon Woocommerce, un plugin di WordPress che trasforma il sito/blog in un vero e proprio negozio.

Nessuno dei due andava bene.

Woocommerce poteva essere la soluzione più facile ma se il negozio si espande e i numeri crescono diventa davvero troppo limitato.
Prestashop offre un servizio più professionale ma allo stesso tempo non proprio user-friendly.

Insomma una via facile e scalabile non esisteva.

Poi arrivò Shopify e cambiò tutto.

Il più grande vantaggio di Shopify è proprio nella facilità di di creazione del proprio store, per registrarsi c’è bisogno solo dell’indirizzo email e password.

 

shopify creazione account

 

Se hai fatto link qui sopra avrai visto che la registrazione è davvero facilissima e ti posso assicurare che successivamente non è richiesta alcuna competenza tecnica.

Quindi entriamo nel vivo dell’articolo.

10 step per creare un-commerce con Shopify

 

1 – La creazione dell’account

Una volta arrivato al sito di Shopify ti verrà chiesto di inserire l’indirizzo email e la password.

Una volta compilati arriverai ad una schermata simile, questo sarà il cuore del tuo business.

shopify schermata principale fabio zanconato

 

2 – I primi passi

La prima cosa che ti consiglio di fare è dare un’occhiata a tutte le voci di sinistra.

Le più importanti sono:

  • Orders: dove verranno visualizzati tutti gli ordini fatti, spediti e/o pagati.
  • Products: dove dovrai inserire i prodotti, meglio se suddivisi per categorie.

Poi naviga in Preferences, troverai la title e metadescription da inserire, sono il titolo e la descrizione del tuo negozio quindi falle bene. 🙂

 

3 – La scelta del tema

Il layout del proprio negozio è una parte molto importante, la differenza di colore può generare più ordini rispetto ad un altro. (Secondo te è un caso che Zalando abbia utilizzato l’arancione per il bottone “Aggiungi al carrello”?)

shopify prova zalando

 

Per cambiare il tema devi cliccare su Online Store a sinistra e selezionare Themes dal menu.

Esistono menu gratuiti e a pagamento, all’inizio ti consiglio un tema gratis, il mio preferito è Brooklyn.

 

4 – Le pagine

In Shopify puoi creare pagine e articoli, ma per ora concentriamoci sulle pagine.. a cosa servono?

Servono per dare tutte le informazioni ai tuoi visitatori, più informazioni inserisci più fiducia trasmetterai.

Io inserisco sempre:

  • Chi siamo: per far capire che non siamo ladri ma dei venditori.
  • Termini e condizioni: quella più lunga e difficile, le puoi trovare in altri siti, tipo questo.
  • Politica dei resi: meglio mettere subito le cose in chiaro, chi paga il reso? Che tempistiche devono rispettare? Qui un esempio.

shopify creazione pagina

 

5 – Inserisci i prodotti

La parte più importante dell’intero sito: la creazione dei prodotti.

Se lavori in dropship ti consiglio di scaricare Oberlo, un applicazione (si possono istallare anche plugin in shopify) che ti aiuta a trovare ed importare nel tuo e-commerce centinaia di prodotti in maniera quasi automatica.

Le cose da inserire sono:

  • Immagini: attenzione alle dimensioni, non andare oltre le 100 kb per ogni foto, la prima che inserirai sarà quella di copertina.
  • Descrizione: deve essere fantastica, non celebrare il prodotto perchè la gente odia questo. Ma proprio il copy deve essere fatto bene, spiega nei dettagli a cosa serve e quale problema risolve.
  • Prezzo: ovvio ci deve essere, se lavori in dropship non hai il problema dello stock in magazzino.
  • Categorie (consigliate): se il tuo catalogo di prodotti è vasto utilizza le categorie per raggruppare i prodotti simili.

shopify creazione prodotti

 

6 – Crea il menù

C’è sempre bisogno di un menù.. anzi io ne utilizzo due, il principale in alto e il secondo nel footer.

Qui sotto un esempio.

shopify menu

 

7 – I metodi di pagamento

Come ci vogliamo far pagare? Shopify mette a disposizione molti metodi di pagamento oltre al famoso Paypal. Il più famoso è Stripe, una piattaforma simile a Paypal ma con tassazioni più basse.

Ti consiglio di dare un’occhiata, se gli ordini aumentano avrai un risparmio notevole.

shopify stripe

 

8 – Costi di spedizioni

Nella sezione Settings -> Shipping si inseriscono le spese di spedizione.

Possono essere calcolare in base ai kg di ogni prodotto e alla GEO (nazione) a cui la merce andrà spedita.

Il mio consiglio è di dare sempre la possibilità di scelta tra due ss (spese spedizione).

Una gratuita e una express per chi ha fretta, ricordati che le tempistiche sono un punto importante per il tuo business, le persone vogliono la merce il prima possibile (Amazon rules).

shopify costi spedizione

 

9 – La scelta del dominio

All’inizio il tuo e-commerce avrà un indirizzo simile a: miosito.myshopify.com e non dà un senso di affidabilità.

Per fortuna Shopify viene incontro a questo problema dando la possibilità di integrare un dominio di primo livello al nostro negozio.

Per fare ciò basta andare in Online Store -> Domains e premere il bottone “buy new domain”.

Inserisci il dominio scelto e (se libero) con 29€ circa avrai il tuo bel dominio già integrato, davvero comodo!shopify dominio

 

10 – Chiedimi aiuto

Se hai bisogno di aiuto per avviare il tuo e-commerce scrivimi pure qui sotto nei commenti o via email a -> zanconatof@gmail.com.

Cercherò di aiutarti nella creazione del Tuo primo negozio online. 🙂

 

A presto,

Fabio Zanconato